VIA WEB
Chi siamo e chi potremmo essere? Pregi e difetti dell’essere italiani. Incontro con Beppe Severgnini



“Tu sei matto… ma proprio perché sei incosciente, sei adatto a fare questo mestiere” – Indro Montanelli

Questa è stata la risposta che il giovane Beppe Severgnini, oggi firma del “Corriere della Sera”, ha ricevuto dal suo Maestro in risposta a un telegramma inviato alla redazione de “Il Giornale” nel 1983. Da allora, Severgnini ne ha fatta di strada, grazie alla sua “incoscienza coscienziosa” che l’ha portato a scrivere per diverse testate, da “La Provincia” di Cremona fino al New York Times, e a collaborare con diverse stazioni radiofoniche, televisive ed essere autore di numerosi libri.

Nel corso della sua brillante carriera, ha ricevuto diversi premi tra cui “Giornalista dell’anno”, “European Journalist of the Year” e “Twitter Awards”. Nel 2011 è diventato anche “Commendatore della Repubblica” dal Presidente Giorgio Napolitano.

Da sempre osservatore della società e delle peculiarità degli italiani, negli ultimi anni Severgnini ha cercato di individuare i tratti fondamentali “dell’essere italiani”, con tutti i pregi (e i difetti) che questo comporta.

Durante questa videoconferenza, i partecipanti avranno l’occasione di ascoltare il punto di vista insolito di una delle menti più brillanti italiane, per riflettere su chi siamo e chi potremmo essere. Severgnini cercherà inoltre di raccontare, prendendo spunto dalle sue ultime pubblicazioni i cambi di rotta che gli italiani stanno vivendo e anticipare quelli che verranno.

Speaker

Beppe Severgnini

Editorialista e Vicedirettore, Corriere della Sera

Documenti dell᾿incontro

Nota informativa

VIA WEB
Chi siamo e chi potremmo essere? Pregi e difetti dell’essere italiani. Incontro con Beppe Severgnini

Nota informativa

Kit

VIA WEB
Chi siamo e chi potremmo essere? Pregi e difetti dell’essere italiani. Incontro con Beppe Severgnini

Kit